Stinco al vino rosato e nocciole….

Eccoci ora al piatto forte della serata : lo stinco al vino rosato, magistralmente cucinato da Giulio. Una ricetta per un secondo particolare, con ingredienti un po’ inusuali ma con un ottimo risultato…la carne resterà molto tenera e il sughetto ben saporito. L’abbiamo accompagnato ad un semplice purè di patate che, secondo noi, era il contorno più adatto. Per 4 persone vi servono:

stinco di manzo da 1 kg circa,

1/2 l di vino rosato

 20 nocciole tostate e sbucciate

 8 grani di pepe nero

 3 spicchi d’aglio con la buccia

1 mazzetto di rosmarino e alloro,

burro

 brodo vegetale q.b.

 farina q.b., olio, sale

Pestate le nocciole in modo tale che restino dei pezzi non troppo grossi. In una capiente casseruola fate scaldare cinque cucchiai d’olio con una noce di burro, il rosmarino e l’alloro legati con il filo, l’aglio con la buccia, pepe e sale. Dopo cinque minuti infarinate lo stinco e adagiatelo nella pentola con gli odori, fatelo ben colorire. Eliminate l’aglio, aggiungete le nocciole, versate il vino e fate evaporare. Coprite e cuocete versando ogni tanto un po’ di brodo bollente fino a quando la carne comincia a staccarsi dall’osso, ci vorrà circa un’ora. Per rendere ancora più morbida la  carne a cottura quasi ultimata l’abbiamo staccata  tutta dall’osso e l’abbiamo lasciata insaporire bene per un altro quarto d’ora circa prima di servire.

Lascia un commento

Archiviato in secondi piatti

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...